Home page Puglia Imperiale Turismo Puglia Imperiale Turismo
Home page Puglia Imperiale Turismo   Home Page  chi siamo  contatti  area stampa   
    mappa del sito   
 
Dimensione del carattereCarattere standardCarattere piccoloCarattere medio
  Documenti Apit Stl PugliaImperiale Report attività Bacheca Blog Media
Bacheca
Educational Tour “Custodi della tradizione: esperienze di fede, misticismo e folklore durante la Settimana Santa in Puglia Imperiale”
Riti Settimana Santa: finanziato dalla Regione il tour “Custodi della tradizione”
MIBACT - Nuovi fondi europei per sostenere progetti orientati alla valorizzazione culturale
“InPuglia365”: accolta la proposta di Puglia Imperiale
I 13 Comuni dell’area della Puglia Imperiale da oggi al Festival del Medioevo di Gubbio
Metti un weekend a Corato: Rivive il centro storico nel primo week end autunnale
Progettare insieme la Cultura: 13 Comuni insieme per l'Avviso Mibact
Il Patto Territoriale ad ENOVITIS IN CAMPO 2016
Castel del Monte, Identità e Sviluppo Territoriale, incontro con gli stakeholders
Barletta: indagine conoscitiva Estate 2016
Spinazzola: inaugurazione della prima Campana-Monumento d’Italia
Puglia365: quinto appuntamento per il Piano strategico del turismo a Barletta
Puglia365: Quarto incontro a Foggia sul tema Formazione
Puglia 365:secondo incontro oggi a Gallipoli sul tema del prodotto
Puglia365 - Info e form iscrizione agli incontri territoriali sul Piano Strategico sul Turismo 2016
Indice completo
 
     
Tu sei Qui: Home stl > Bacheca > Turismo Sostenibile: le proposte del quinto incontro degli Stati Generali della Murgia
Turismo Sostenibile: le proposte del quinto incontro degli Stati Generali della Murgia
Il resoconto del penultimo appuntamento del ciclo di incontri a cura del GAL Murgia Più, che si concluderà a Ruvo di Puglia il prossimo 12 ottobre
 
Una buona formazione specialistica di tutti gli operatori dei pubblici esercizi, affinché oltre a masticare   marketing e nuove tecnologie, imparino a curare la relazione con i clienti e ad educarli ad un approccio sostenibile al territorio dell’Alta Murgia. E poi la creazione di un network permanente a guida GAL, in grado di mettere in gioco in modo trasparente tutte le imprese, coinvolgendole in progetti innovativi di turismo  esperienziale fortemente caratteristico. Al territorio dei Comuni di Canosa di Puglia, Gravina in Puglia, Minervino Murge, Poggiorsini, Ruvo di Puglia e Spinazzola  servirebbe anche uno scambio di risorse e competenze, oltre che un più efficiente sistema di trasporti. Magari, ha pensato qualcuno, una littorina sul percorso dei tratturi che attraversi la Puglia da Bovino alla Magna Grecia, facendo tappa anche nei comuni del GAL.

Sono queste le richieste del territorio in tema di Turismo Sostenibile, emerse il 1° ottobre a Minervino Murge, a margine del quinto appuntamento con Gli Stati Generali della Murgia, il ciclo di incontri itinerante organizzato dal GAL Murgia Più che anticipa le tematiche della programmazione 2014 – 2020.

Nove macroaree di interesse, tra cui quella del turismo sostenibile, tra cui il GAL dovrà scegliere due o tre settori ed impostare una programmazione a medio termine, rispondente alle esigenze del territorio.

Se il turismo, Secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio sul mercato del lavoro del turismo in Italia, rappresenta ancora il 10% del Pil nazionale, poter contare su tante risorse non è più un fattore sufficiente ad incentivare l’incoming. Se i servizi e le capacità comunicative non risultano adeguate e se, soprattutto, non si comincia a pensare in un’ottica di rete di imprese, far decollare arrivi e permanenze incrementando ritorni economici e posti di lavoro nel settore sarà una sfida difficile da vincere.

«La sfida – ha spiegato la dott.ssa Stefania Mandurino, intervenuta in rappresentanza di Puglia Promozione – dopo aver  rilanciato il brand Puglia e aver contemporaneamente dato avvio alla costituzione di sistemi turistici territoriali e distretti turistici, è tutta nella gestione delle destinazioni e più in generale di tutti i prodotti turistici. 
Una nuova logica di organizzazione turistica del territorio impone di vedere il turismo come uno strumento di inclusione sociale, che impone il superamento dei campanilismi, l’integrazione territoriale del prodotto turistico e soprattutto il coinvolgimento di tutti i settori produttivi, in una logica di completamento vicendevole».
 A sollevare il problema della ricettività sommersa, l’assessore alla cultura e al turismo del comune di Minervino Murge Alessia Carozza, che si è augurata che la nuova programmazione, oltre a valorizzare le mete del culto micaelico favorendo le mete di turismo culturale con iniziative e prodotti turistici a marchio GAL, possa aiutare a far emergere le attività ricettive abusive allo scoperto, invogliandole a mettersi in regola per fruire di finanziamenti.

In rappresentanza del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, è poi intervenuto il dott. Marco Barone, che ha illustrato i contenuti e gli step per l’ottenimento della carta europea del turismo sostenibile, che il Parco ha conseguito al termine di un anno e mezzo di lavori e che oggi costituisce un valore aggiunto per il territorio.
 Gli Stati della Murgia si concluderanno il prossimo 12 ottobre a Ruvo di Puglia con un incontro dedicato ai temi della Cura e tutela del paesaggio, dell’uso del suolo e della biodiversità e Valorizzazione e gestione delle risorse ambientali e naturali.
L’incontro si svolgerà presso l’Ex convento dei Domenicani alle ore 17.00.

Fonte:
 
STL Puglia Imperiale