Home page Puglia Imperiale Turismo Puglia Imperiale Turismo
Home page Puglia Imperiale Turismo   Home Page  chi siamo  contatti  area stampa   
    mappa del sito   
 
Dimensione del carattereCarattere standardCarattere piccoloCarattere medio
  Documenti Apit Stl PugliaImperiale Report attività Bacheca Blog Media
Bacheca
Educational Tour “Custodi della tradizione: esperienze di fede, misticismo e folklore durante la Settimana Santa in Puglia Imperiale”
Riti Settimana Santa: finanziato dalla Regione il tour “Custodi della tradizione”
MIBACT - Nuovi fondi europei per sostenere progetti orientati alla valorizzazione culturale
“InPuglia365”: accolta la proposta di Puglia Imperiale
I 13 Comuni dell’area della Puglia Imperiale da oggi al Festival del Medioevo di Gubbio
Metti un weekend a Corato: Rivive il centro storico nel primo week end autunnale
Progettare insieme la Cultura: 13 Comuni insieme per l'Avviso Mibact
Il Patto Territoriale ad ENOVITIS IN CAMPO 2016
Castel del Monte, Identità e Sviluppo Territoriale, incontro con gli stakeholders
Barletta: indagine conoscitiva Estate 2016
Spinazzola: inaugurazione della prima Campana-Monumento d’Italia
Puglia365: quinto appuntamento per il Piano strategico del turismo a Barletta
Puglia365: Quarto incontro a Foggia sul tema Formazione
Puglia 365:secondo incontro oggi a Gallipoli sul tema del prodotto
Puglia365 - Info e form iscrizione agli incontri territoriali sul Piano Strategico sul Turismo 2016
Indice completo
 
     
Tu sei Qui: Home stl > Bacheca > La strategia vincente di Puglia Imperiale: anche Corato cresce nel turismo, ed ora investe nelle “Vie Francigene”
La strategia vincente di Puglia Imperiale: anche Corato cresce nel turismo, ed ora investe nelle “Vie Francigene”
 A confermarlo sono i dati ufficiali e definitivi dell’anno 2014, appena pubblicati dalla Regione Puglia: con circa 64.380 pernottamenti registrati nelle strutture ricettive nell’anno 2014, la città fa un balzo in avanti del 15% in più rispetto all’anno precedente e si posiziona al terzo posto subito dopo Barletta e Bisceglie nella graduatoria delle città turistiche della “Puglia Imperiale”. 
Rispetto al 2013, cresce anche il numero dei turisti italiani e stranieri che soggiornano a Corato, con un incremento complessivo di oltre 1.370 unità, pari al 5,5% in più. Un dato particolarmente significativo se paragonato al tasso di crescita medio della Regione Puglia che nello stesso periodo è stato di circa la metà (+ 2,6%). Con 7 alberghi e oltre 20 strutture ricettive distribuite sul territorio cittadino ed extraurbano, quasi 300 camere e un totale di oltre 540 posti letto, ormai la città di   Corato rappresenta quasi un quinto di tutto il turismo che sceglie la “Puglia Imperiale” di Federico II, denominazione assegnata dalla Regione Puglia per indicare l’area formata dai comuni di Andria, Barletta, Bisceglie, Canosa, Corato, Margherita di S., Minervino, Ruvo, San Ferdinando, Spinazzola, Terlizzi, Trani, Trinitapoli. 
Sono questi i dati resi noti dal dott. Alessandro Buongiorno (Responsabile di Puglia Imperiale Turismo del Patto Nord Barese Ofantino) nel corso del convegno sulle Vie Francigene organizzato dal Comune di Corato col patrocinio della Arcidiocesi Trani- Barletta - Bisceglie  con la partecipazione dell’Associazione Vie Francigene di Puglia.
Durante il convegno si è parlato anche di turismo religioso e dei cammini; l’occasione è scaturita dalla inaugurazione a Corato della prima segnaletica in Puglia dedicata ai pellegrini, sul percorso della Via Francigena del Sud, di cui la città è tappa. Un’occasione propiziata dall’adesione dell’attuale Amministrazione Comunale all’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF), organizzazione internazionale che a livello comunitario promuove il riconoscimento della Via Francigena del Sud tra gli Itinerari Culturali riconosciuti dal Consiglio d’Europa.
Il Responsabile di Puglia Imperiale ha evidenziato le principali caratteristiche del “pellegrino” dal punto di vista economico-turistico: si tratta di un soggetto con un livello culturale medio-alto, attento alla salvaguardia dell’ambiente, spinto a viaggiare da motivazioni di ordine spirituale e/o religioso nel 72% dei casi, cui si aggiunge il desiderio di conoscere il patrimonio storico e culturale della regione in cui si reca (nel 42% dei casi). 
 È un turista che viaggia in ogni momento dell’anno, tranne che in alta stagione, predilige il cibo del luogo, sceglie percorsi inediti ed è particolarmente selettivo nella scelta dei servizi (cerca i migliori servizi al minor prezzo, con una bassa spesa media giornaliera, specie per l’alloggio). I principali servizi di accoglienza richiesti dai pellegrini riguardano la sicurezza (tra cui la segnaletica dedicata), l’assistenza medica, i servizi di lavanderia, l’assistenza in lingua per gli stranieri.  La clientela straniera, costituita per tre quarti da europei, prima di intraprendere un pellegrinaggio all’estero si affida in gran parte (molto più degli italiani) al circuito dell’intermediazione turistica (tour operator e agenzie specializzate o organizzazioni internazionali riconosciute). Ciò comporta la necessità per la destinazione di predisporre un’offerta specializzata e coordinata sul territorio, con servizi dedicati a questo specifico tipo di utenza, in grado di garantire un’efficace risposta ai bisogni a prezzi molto contenuti.
Per questo il Sindaco di Corato, Massimo Mazzilli, ha affidato a Puglia Imperiale Turismo l’incarico di coordinare tutti i soggetti interessati a vario titolo all’ospitalità dei pellegrini, quali le strutture ricettive, le associazioni di volontariato e quelle di promozione sociale e culturale, la Pro Loco, le associazioni di protezione civile.                 
 
STL Puglia Imperiale