Home page Puglia Imperiale Turismo Puglia Imperiale Turismo
Home page Puglia Imperiale Turismo   Home Page  chi siamo  contatti  area stampa   
    mappa del sito   
 
Dimensione del carattereCarattere standardCarattere piccoloCarattere medio
  Documenti Apit Stl PugliaImperiale Report attività Bacheca Blog Media
Bacheca
Educational Tour “Custodi della tradizione: esperienze di fede, misticismo e folklore durante la Settimana Santa in Puglia Imperiale”
Riti Settimana Santa: finanziato dalla Regione il tour “Custodi della tradizione”
MIBACT - Nuovi fondi europei per sostenere progetti orientati alla valorizzazione culturale
“InPuglia365”: accolta la proposta di Puglia Imperiale
I 13 Comuni dell’area della Puglia Imperiale da oggi al Festival del Medioevo di Gubbio
Metti un weekend a Corato: Rivive il centro storico nel primo week end autunnale
Progettare insieme la Cultura: 13 Comuni insieme per l'Avviso Mibact
Il Patto Territoriale ad ENOVITIS IN CAMPO 2016
Castel del Monte, Identità e Sviluppo Territoriale, incontro con gli stakeholders
Barletta: indagine conoscitiva Estate 2016
Spinazzola: inaugurazione della prima Campana-Monumento d’Italia
Puglia365: quinto appuntamento per il Piano strategico del turismo a Barletta
Puglia365: Quarto incontro a Foggia sul tema Formazione
Puglia 365:secondo incontro oggi a Gallipoli sul tema del prodotto
Puglia365 - Info e form iscrizione agli incontri territoriali sul Piano Strategico sul Turismo 2016
Indice completo
 
     
Tu sei Qui: Home stl > Bacheca > Emiliano alla Bit Milano a "Puglia 365-laboratorio turismo per Italia che verrà"
Emiliano alla Bit Milano a "Puglia 365-laboratorio turismo per Italia che verrà"
Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha partecipato questa mattina all’incontro “Puglia 365: un laboratorio di turismo per l’Italia che cambia”, organizzato dalla Regione Puglia alla Bit di Milano e coordinato dal Commissario Straordinario di Pugliapromozione, Paolo Verri.
“Per la Puglia del turismo – ha sottolineato - questo è un momento insieme di continuità e di rivoluzione: continuità nella promozione e rivoluzione nella organizzazione dell’industria turistica in modo da ottenere risultati consistenti anche nell’economia regionale in un settore come quello del turismo che è il secondo al mondo per importanza”. “Da noi in Puglia – ha aggiunto - si fa turismo esperienziale. Si diventa parte di una civiltà mediterranea antichissima che però è anche molto moderna e che è capace di farti vedere cose straordinarie della storia dell'uomo e dell'umanità, ma pure portarti a visitare una fabbrica in cui costruiamo satelliti pugliesi per lo spazio”.
Politici e tecnici sono stati a confronto: presenti, con gli assessori regionali Loredana Capone, Industria Turistica e Culturale, e Leonardo di Gioia, Risorse Agroalimentari, anche Francesco Palumbo, direttore del dipartimento turismo del MiBACT, Serafino Lo Piano di Trenitalia e Salvatore Nappi di Tim.
“Abbiamo – ha detto Emiliano - la fortuna in Puglia di poter declinare le azioni dello sviluppo del turismo in modo che abbiano un ritorno in termini di Pil e di occupazione lavorando con l’obiettivo della sostenibilità.
Attraverso la tutela dell’ambiente non solo valorizziamo la nostra terra e le nostre tradizioni, ma possiamo anche produrre ricchezza, e nello stesso tempo promuovere l’ immagine di una Puglia smart. Occorre l’impegno di tutti, di sindaci, presidenti di Provincie, dell’Istituzione regionale, degli operatori”. Emiliano ha poi ribadito l’importanza di lavorare sui territori e di creare proficue sinergie con Matera 2019,
città europea della cultura. "La Puglia - ha continuato - in questo momento, è una delle regioni italiane che si muove meglio, con maggiore lucidità, e qualche volta siamo persino meravigliati. Gli operatori pugliesi si stanno muovendo con grande intelligenza, grande capacità di innovazione e, soprattutto, rispettando la vocazione della Puglia che non è un luogo di turismo di massa, ma un luogo dove, nel giro di pochi minuti, quando si arriva, si viene inseriti in uno stile di vita unico al mondo. Si entra in un circuito fatto di natura, di cibo, di cultura, di lentezza nello scandire le ore, il tempo, l'organizzazione della propria giornata e in qualche modo si diventa pugliesi".
"Il nostro turismo – ha concluso - non è basato solo sui numeri, ma su una qualità che deve durare nel tempo. Spesso, dopo un boom, come quello che abbiamo vissuto noi, c'è la tentazione di trasformare questa esperienza in un guadagno immediato. Questa è una tentazione che dobbiamo tenere a freno, continuando a investire sulla qualità. L'obiettivo finale è quello che i turisti tengano presente la Puglia come uno dei loro punti di riferimento stabile, che non passi solo dopo una stagione”.
 
STL Puglia Imperiale